PRENDE AL VOLO BIMBO DI 5 ANNI E LO SALVA: MA ANGEL L’ARGENTINO NON VUOLE ESSERE CHIAMATO “EROE”

Angel Micael Vargas Fernandez


Il suo nome completo è Angel Micael Vargas Fernandez. Ma per tutti è semplicemente Angel. È argentino, ma ha vissuto più tempo in Italia di quanto ne abbia trascorso nel suo Paese. 12 anni per l’esattezza, divisi tra la scuola prima, i corsi serali di informatica poi, e il lavoro da benzinaio part time per pagarsi gli studi.

Ieri era al suo posto di lavoro, quando un bambino di 5 anni ha scavalcato il balcone di casa, appena sopra la pompa di benzina, ed è rimasto aggrappato all’esterno della balaustra, sospeso nel vuoto, tra le urla di terrore. Angel allora ha avvicinato un furgone appena lavato al balcone, è salito in piedi sul tetto, e, quando il bimbo si è lasciato cadere nel vuoto, lo ha preso al volo, salvando i suoi 5 anni e, con lui, un’intera famiglia.

È accaduto a Sordio (provincia di Lodi), poteva capitare ovunque. Angel non è solo un eroe. È il pezzo di un puzzle di esistenze intrecciate che qualcuno vorrebbe disfare. È il racconto di due vite che si incrociano nel posto sbagliato e al momento giusto. È la storia straordinaria di un ragazzo normale in un Paese che faticosamente sta tornando umano.

Grazie, Angel. Buongiorno a tutti.


Se ti è piaciuto l’articolo e condividi il nostro modo di fare informazione, clicca qui per sostenere il blog con una donazione libera e volontaria. Anche pochi euro per noi possono fare la differenza. Grazie!

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è donazione-paypall.jpe

 



Share:
Written by Lorenzo Tosa
35 anni, giornalista professionista, grafomane seriale, collabora con diverse testate nazionali scrivendo di politica, cultura, comunicazione, Europa. Crede nel progresso in piena epoca della paura. Ai diritti nell’epoca dei rovesci. “Generazione Antigone” è il suo blog personale.